Il pensiero caotico e quello razionale.

Vi sono molteplici forme e tipologie di pensiero, tuttavia è possibile raggrupparli in due insiemi: pensiero caotico e pensiero razionale.

Pensiero caotico

Nella mente umana il pensiero caotico è predominante e dunque il suo antipodo viene spesso messo da parte.

Per poter chiarire meglio il concetto pensiamo solo al fatto che la maggior parte delle volte durante la giornata i pensieri di qualsiasi forma e tipo, entrano come stelle impazzite nella nostra mente, senza nessun apparente significato e, sopratutto senza nessun controllo.

Potremmo definirli sublimazioni o de-sublimazioni dello stato emozionale dell’individuo, sono input della giornata o degli anni accumulati fra paure, rabbia risentimenti, moralismi, ecc.

Questi sono logicamente pensieri caotici, una specie di calderone immenso da dove il nostro cervello attinge continuamente per poter continuare il suo cosi detto lavoro di giudizio (ovviamente sconclusionato e corrotto).

Pensiero Razionale

L’altro aspetto del pensiero è quello razionale, cioè il pensiero coerente, quello ove vi è un punto fisso di riflessione senza paura, moralità, ecc. E’ una semplice e chiara riflessione attiva, atta al giudizio sì, ma di noi stessi, o per meglio dire, una valutazione senza pregiudizio alcuno di ciò che è ,che era o che sara`.

In questo tipo di pensiero non vi si può trovare distrazione di sorta, la corrente energetica del pensare stesso si focalizza all’improvviso su un unico punto.

Questo è un tipo di pensiero raro negli esseri umani, poiché essendo essi costantemente dominati dalla paura non riescono nemmeno ad accorgersi che vi sia un pensiero razionale, sorvolandolo di continuo senza neppure considerarlo.

Creativo e razionale

Il pensiero razionale è in effetti l’ordine e quello caotico è il caos. Se ribilanciati ed uniti formano l’unità perfetta. Vi è logicamente in ognuno di noi una parte caotica ed una razionale, infatti un l’emisfero del cervello è creativo (femminile) l’altro è razionale (maschile).

Il crearsi del pensiero caotico è, cosi come il suo opposto, (quello razionale) naturale e di conseguenza evolutivo.

La necessità del caos è garantita poiché creativa e allo stesso tempo distruttiva. Allo stesso modo quindi è la creazione stessa. Solo dal caos, che agglomera in sé il tutto, vi si può estrarre la vita e con essa la morte. Questo fatidico caos è il cuore dell’universo (o la sua parte femminile), mentre la sua controparte è la razionalità,(parte maschile o mente) che essendo anch’essa creazione, trasforma il caos in ordine.

L’ordine

L’ordine è antecedente sia al caos che alla razionalità. Se prendiamo in considerazione le famose discussioni filosofiche e religiose in cui la frase “ L’inizio è come la fine e viceversa”, possiamo capirne il principio stesso.

La vita per divenire ha bisogno del caos e per poter continuare nel suo cammino evolutivo, della razionalità e della ragione. L’ordine di per se è ciò che ha creato entrambi, ed è in questo modo che tornerà a sé. Infatti ciò che era diverrà ciò che sarà.

In principio

Con : “ciò che era” intendiamo : L’ordine. Il principio cosmico è ordinato, l’essere umano quindi deve riordinarsi e riallinearsi all’ordine tramite il principio evolutivo; nella sua trasformazione quindi passa dalle barbarie più inconcepibili ad una modificazione di queste barbarie in maniera sempre più complessa partendo dal caos sino ad arrivare alla ragione, concependo ed integrando entrambi sino al raggiungimento dell’ordine stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *